Il nuovo studio suggerisce che la dieta può influenzare la risposta ai farmaci immunoterapici per il cancro

Una cosa semplice come l’assunzione di dieta e fibre influisce sul fatto che i malati di cancro rispondano ai farmaci immunoterapici o no?

Le persone con un tipo di tumore della pelle che hanno consumato una dieta ricca di fibre hanno risposto meglio al trattamento immunoterapico rispetto a quelle con diete più povere, secondo i dati presentati in un’anteprima mediatica della riunione annuale dell’Americ Association for Cancer Research (AACR).

Il melanoma è un tipo di cancro della pelle che, sebbene molto curabile se preso in anticipo, uccide ancora circa 9000 americani all’anno, principalmente persone alle quali viene diagnosticato uno stadio più avanzato di malattia in cui il tumore si è diffuso ad altre parti del corpo.

I farmaci immunoterapici come quelli che hanno come target PD-1 / PD-L1 o CTLA-4 e T-VEC, la prima terapia virale per il trattamento del cancro ad essere approvati dalla FDA, hanno avuto un notevole impatto sulla sopravvivenza dal melanoma avanzato. Uno studio nel 2001 ha calcolato che la possibilità di sopravvivere 10 anni dopo la diagnosi era inferiore al 10%, ma ora grazie soprattutto a questi agenti immunoterapici, il tasso di sopravvivenza è salito oltre il 50%….Leggi l’intero articolo in inglese su Forbes>>

 

“…IMMAGINATE COSA POTREMMO FARE INSIEME!”

CRACKING CANCER FORUM prospettive e impatti della lotta al cancro. Confronto Nazionale 9,10 maggio – Firenze.

Partecipate! >> https://lnkd.in/g6xAZUk

Informazioni>>www.crackingcancer.it

 

2019-03-02T15:15:32+00:00