Con il patrocinio di

LOGO - Ministero della Salute
LOGO - Istituto Superiore di Sanità
LOGO - A.Li.SaLOGO - AReSSLOGO - Rete Oncologica CampanaLOGO - Rete Oncologica Piemonte e Val D'AostaLOGO - Rete Oncologica Puglia LOGO - Rete Oncologica Regionale dell’UmbriaLOGO - AIICLOGO - Associazione Nazionale Donne Operate al SenoLOGO - ARTOILOGO - ASL Città di TorinoLOGO - Associazione PeriploLOGO - CIPOMOLOGO - EuropadonnaLOGO - Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in OncologiaLOGO - Federazione Italiana Medici di Medicina GeneraleLOGO - ISPROLOGO - SIAPEC- Società Italiana di Anatomia Patologica

A Torino la 4ª Edizione del Cracking Cancer Forum

Hotel NH Collection Torino Piazza Carlina — Piazza Carlo Emanuele II, 15

La 4ª edizione del Cracking Cancer Forum si terrà a Torino il 22 e il 23 settembre 2022 con il coordinamento della Rete Oncologica Piemonte e Valle d’Aosta.

Cracking Cancer – letteralmente sgretolare il cancro – è un progetto di ricerca e comunicazione sulla lotta al cancro e sulle sue implicazioni economiche, organizzative e sociali. Un programma di lavoro che ha l’ambizione di supportare e di indirizzare chi oggi deve decidere a farlo nella maniera più utile per i pazienti e per i cittadini.

Nata nel 2019 a Firenze, l’iniziativa si è accreditata come spazio di confronto nazionale grazie anche all’evento annuale che ogni anno si tiene in una regione diversa con l’obiettivo di raccogliere esperienze e portarle a sistema, condividendo risultati e prospettive.

L’agenda 2022 messa a punto per Torino prevede seminari, think tank e tavoli di lavoro, il Premio Cracking Cancer Award e uno ‘speciale’ sulla ricerca in oncologia. Tutto questo con il coinvolgimento delle scuole e dell’università.

Rivedi la presentazione
Scarica la brochure

Curare tutti, tutti insieme

Il Cracking Cancer vuole contribuire a riscrivere il paradigma della battaglia contro il cancro, che deve essere il risultato dell’azione sinergica di tanti attori.

Curare tutti, tutti insieme è la sfida lanciata da Joe Biden quando era vicepresidente degli Stati Uniti.

Intervenendo nel 2016 al Meeting annuale dell’ASCO (American Society Clinical Oncology) Biden aveva rivolto un messaggio chiaro ai 35mila professionisti presenti: “...avete raggiunto importanti risultati lavorando ognuno per conto proprio... immaginate cosa possiamo fare tutti insieme”.   In quel periodo il vicepresidente non si è limitato ai proclami, ma ha convocato un ristretto gruppo di scienziati per mettere a fuoco aree di notevole potenzialità nella ricerca, tra cui la medicina di precisione, l’immunoterapia, la collaborazione sui big data.

In linea con questa visione l’appuntamento di Torino sarà un evento partecipativo e inclusivo che coinvolgerà il sistema delle Reti EmatoOncologiche, quello delle imprese healthcare e delle tecnologie, il mondo della cultura, dell’economia e del lavoro, assegnando un ruolo privilegiato alle associazioni dei malati e dei cittadini.

Una delle principali caratteristiche del Progetto è l’approccio positivo e concreto alla lotta contro il cancro, non più male incurabile, bensì malattia del nostro tempo che giorno dopo giorno si frammenta, si sgretola, grazie alla conoscenza, alla ricerca e all’impegno di tanti. Perché questa battaglia si fonda sulla prevenzione, la cura e l’assistenza, ma anche sulla comunicazione e sull’impegno civile.  L’organizzazione cui si punta deve essere in grado di garantire equità e qualità delle prestazioni.

MAIN STUDIO

Prima giornata giovedì 22 settembre

Modera
Loredana Masseria - Responsabile Comunicazione Rete Oncologica, ASL Città di Torino
Piero Mora - Ufficio stampa Giunta regionale


La Rete Oncologica: La forza della multiprofessionalità

10.00Presentazione

10.30I progetti con le istituzioni

Intervengono

Natalia Ferrazza - IIS Paolo Boselli di Torino

Vittorio Fusco - Dirigente SC Oncologica Medica - AO SS Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria

Incoronata Romaniello - Direttore SC Oncologia di Borgomanero - ASL Novara

11.30Gli Screening Oncologici - Prevenzione Serena

Livia Giordano - Responsabile del Programma di Screening 1 - AOU Città della Salute e della Scienza, Torino


12.00CAS e GIC: I Professionisti della Rete Oncologica

Intervengono

Gianmauro Numico - Direttore SC Oncologica Medica - AO SS Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria

Monica Agnesone - Dirigente SS Psicologia ASL Città di Torino

Rita Reggiani - Coordinatrice Gruppo di Studio Infermieri e Comitato Scientifico Rete Oncologica Piemonte VdA

Paola Giribaldi - Assistente Sociale Esperto P.O. Sant’Anna - Citta della Salute e della Scienza - Torino

Paola Crosasso - Direttore SC Farmacie Ospedaliere - ASL Città di Torino

13.00Domande dal pubblico


Europa ed Italia: come il PNRR impatta sull’oncologia

14.00-15.00Introduce e modera Lorella Bertoglio - Giornalista scientifica

Intervengono

Gianni Amunni - Coordinatore Rete Oncologica, Regione Toscana

Alberto Cirio - Governatore Regione Piemonte

Francesco De Lorenzo - Presidente FAVO - Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia

Domenico Mantoan - Direttore Generale Agenas

Roberta Siliquini - Professore Ordinario di Igiene Generale e Applicata presso il Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche dell'Università degli Studi di Torino

*Giovanni Toti - Governatore Regione Liguria

Seconda giornata venerdì 23 settembre

Modera
Maura Anfossi - Responsabile Servizio di Psicologia, A.O. di Cuneo e giornalista
Salvo Anzaldi - Ufficio stampa Ospedale Humanitas Gradenigo, Torino


La Rete Oncologica: La Cura, come ‘prendersi cura’

10.00Presentazione

10.30La scuola ospedaliera

Intervengono

Franca Fagioli - Direttore Dipartimento di Patologia e Cura del Bambino “Regina Margherita” – A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino

Armando Borrelli - Fumettista, storyteller

Raffaele Nocerino e gli ex allievi 5B del Primo Liceo Artistico

11.00Il Progetto Protezione Famiglie Fragili

Alessandro Bonansea - Direttore S.C. Psicologia ASL TO3 e Referente aziendale per il Progetto Protezione Famiglie Fragili

11.30Le cure miracolose sui social media

Guido Giustetto - Presidente OMCeO provincia di Torino


Le reti del futuro: l’elaborazione di un documento condiviso

12.00-13.15Partnership pubblico-privato: andare avanti con nuove regole

Modera Walter Gatti - Giornalista, Direttore editoriale "ITALIAN HEALTH POLICY BRIEF"

Intervengono

Vincenzo Adamo - Direzione Scientifica Oncologia A.O. Papardo & Coordinatore Rete Oncologica Siciliana - Re.O.S

Massimo Aglietta - Coordinatore della Rete Oncologica Piemonte Valle d’Aosta

Gianni Amunni - Coordinatore Rete Oncologica, Regione Toscana

Daniele Farci - Coordinatore AIOM Sardegna,Responsabile Medicina e Oncologia Nuova Casa di Cura, Decimomannu

Sandro Pignata - Direttore Oncologia Medica UroGinecologica, Responsabile scientifico rete oncologica campana, Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione “G. Pascale”, Napoli

Paolo Pronzato - Coordinatore Dipartimento Interaziendale Regionale, DIAR Oncoematologia, A.Li.Sa., Regione Liguria, Presidente Comitato Scientifico Associazione Periplo

Fausto Roila - Professore di Oncologia Medica Università di Perugia. Coordinatore Rete Oncologica Umbria

Gianmarco Surico - Coordinatore regionale della Rete Oncologica Pugliese

Il contributo delle Aziende


Associazionismo in oncologia: attori, compagni di strada o… a ciascuno il suo

14.30-15.30Introduce e modera Claudia Luise - Giornalista, La Stampa

Intervengono

Gianni Amunni - Coordinatore Rete Oncologica, Regione Toscana

Massimo Bonucci - Fondatore e Presidente ARTOI - Associazione Ricerca Terapie Oncologiche Integrate

Rosanna D’Antona - Presidente di Europa Donna Italia

Riccardo D’Elicio - Presidente del Centro Universitario Sportivo torinese

Francesco De Lorenzo - Presidente FAVO - Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia

Fulvia Pedani - Coordinatore Nazionale ANDOS Onlus - Associazione nazionale donne operate al seno; Medico Oncologo presso Città della Salute e della Scienza di Torino

Claudia Santangelo - VicePresidente ROPI - Rete Oncologia Pazienti Italia

Mario Santarelli - Consigliere Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti e Direttore dell'UOC radioterapia oncologica, dell'ospedale S. Camillo de Lellis di Rieti

PROGRAMMA SCIENTIFICO

Prima giornata giovedì 22 Settembre

Apertura Saluti Istituzionali
Luigi Genesio Icardi
- Assessore alla Sanità Regione Piemonte

1) RETI ONCOLOGICHE: quali modelli organizzativi per il futuro?

10.00-11.30In presenza ECM

1.a) Organizzare la continuità fra Ospedale e territorio

Introduce e modera Walter Gatti - Giornalista, Direttore editoriale "ITALIAN HEALTH POLICY BRIEF"

Intervengono

L'esperienza e le prospettive future nell'organizzazione della continuità tra ospedale e territorio in Emilia

Nicola Gentili - Tecnico Informatico, Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori IRST IRCCS, Forlì-Cesena

L'esperienza e le prospettive future della rete oncologica nella regione Toscana

Gianni Amunni - Coordinatore Rete Oncologica, Regione Toscana

La Rete Oncologica come modello per lo sviluppo della continuità tra ospedale e territorio

Luigi Cavanna - Presidente Cipomo - Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri; Direttore Dipartimento di oncologia-ematologia e Direttore di UOC di Oncologia Medica, ASL di Piacenza

L'organizzazione dell'oncologia nel percorso HT nella regione Piemonte

Alessandro Comandone - Coordinatore area territoriale Rete Oncologica Piemonte e Valle d’Aosta

Il ruolo dei MMG nello sviluppo del modello della rete oncologica

Fiorenzo Corti - Vice Segretario Nazionale FIMMG - Federazione Italiana Medici Medicina Generale

Le peculiarità dello sviluppo della rete oncologica pediatrica

Franca Fagioli - Direttore Oncoematologia Pediatrica Ospedale Regina Margherita, Responsabile rete Onco-ematologia Pediatrica

La persona al centro del modello organizzativo della continuità tra ospedale e territorio

Carlo Picco - Direttore Generale, ASL Città di Torino e Commissario Azienda Zero, Regione Piemonte

11.30-13.00In presenza ECM

1.b) La Medicina di precisione: ruolo dei MTB regionali

Introduce e modera Lorella Bertoglio - Giornalista scientifica

Intervengono

La Molecular Tumor Board nella rete oncologica del Piemonte e Valle d'Aosta

Mario Airoldi - Coordinatore area ospedaliera e Molecular Tumor Board, Rete Oncologica Piemonte Valle d’Aosta

La Molecular Tumor Board nella Regione Lazio

Gennaro Ciliberto - Direttore Scientifico dell’IRCCS Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma

Le terapie innovative nella MTB nella Regione Lombardia

Giuseppe Curigliano - Professore Ordinario di Oncologia Medica, Università di Milano e Medico Direttore Struttura Complessa Sviluppo Nuovi Farmaci per Terapie Innovative, Istituto Europeo di Oncologia

Le sperimentazioni della MTB nella Regione Toscana

Romano Danesi - Professore Ordinario presso il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Farmacologia, Università di Pisa

La Molecular Tumor Board nella rete oncologica della Liguria

Paolo Pronzato - Coordinatore Dipartimento Interaziendale Regionale, DIAR Oncoematologia, A.Li.Sa., Regione Liguria, Presidente Comitato Scientifico Associazione Periplo

MTB: il punto di vista dell'anatomo patologo

Anna Sapino - Presidente SIAPEC - Società Italiana di Anatomia Patologica

14.00-15.00In presenza

2) EUROPA ED ITALIA: come il PNRR impatta sull’oncologia

Introduce e modera Lorella Bertoglio - Giornalista scientifica

Intervengono

Gianni Amunni - Coordinatore Rete Oncologica, Regione Toscana

Alberto Cirio - Governatore Regione Piemonte

Francesco De Lorenzo - Presidente FAVO - Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia

Domenico Mantoan - Direttore Generale Agenas

Roberta Siliquini - Professore Ordinario di Igiene Generale e Applicata presso il Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche dell'Università degli Studi di Torino

*Giovanni Toti - Governatore Regione Liguria

14.00-15.30In presenza ECM

3) GLI SCREENING DURANTE IL COVID: come ripensarli nel futuro

Introduce Daniela Galeone - Direttore dell’Ufficio 8 - Promozione salute e prevenzione, controllo malattie cronico-degenerative, Ministero della Salute

Modera Paola Mantellini - SC Screening e Prevenzione Secondaria SS Centro di Riferimento Regionale per la Prevenzione Oncologica, Regione Toscana

L’importanza delle reti nella gestione della emergenza pandemica: il ruolo dell’Osservatorio Nazionale Screening

Paola Mantellini - SC Screening e Prevenzione Secondaria SS Centro di Riferimento Regionale per la Prevenzione Oncologica, Regione Toscana

Dalle criticità indotte dalla pandemia alle opportunità di miglioramento: le esperienze e le scelte delle Regioni Veneto, Campania, Piemonte e Toscana

Angelo D’Argenzio - Dirigente Medico UOD Prevenzione e Igiene sanitaria, Regione Campania

Paola Mantellini - SC Screening e Prevenzione Secondaria SS Centro di Riferimento Regionale per la Prevenzione Oncologica, Regione Toscana

Elena Narne - Direttore UOC Screening e Valutazione di Impatto Sanitario, Azienda Zero, Regione del Veneto, Regione Veneto

Carlo Senore - Direttore Coordinamento regionale screening, Regione Piemonte

15.30-17.00In presenza ECM

1) RETI ONCOLOGICHE: quali modelli organizzativi per il futuro?
1.c) La telemedicina. Strumento che deve essere al servizio di tutti

Introduce e modera Eugenio Santoro - Responsabile Laboratorio di Informatica Medica, Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS

La telemedicina in Italia: problematiche e soluzioni per servizi efficaci

Francesco Gabbrielli - Direttore del Centro Nazionale per la Telemedicina e le Nuove Tecnologie Assistenziali Istituto Superiore di Sanità

Reti oncologiche e trasformazione digitale

Giovanni Gorgoni - Direttore Generale di AReSS - Agenzia regionale strategica per la Salute e il social Puglia

Gli assett tecnologici a servizio della telemedicina

Umberto Nocco - Presidente AIIC - Associazione Italiana Ingegneri Clinici

Farmacia clinica e tele-farmacia: evoluzione della farmacia ospedaliera italiana

Emanuela Omodeo Salè - Direttore di Struttura Complessa Divisione di Farmacia, IEO Istituto Europeo di Oncologia

16.00-17.30Webinar

4) LA NUTRIZIONE IN ONCOLOGIA: un’opzione per pochi o una presenza indifferibile

Introduce e modera Lorella Bertoglio - Giornalista scientifica

Intervengono

Massimo Bonucci - Fondatore e Presidente ARTOI - Associazione Ricerca Terapie Oncologiche Integrate

Riccardo Caccialanza - Direttore UOC Dietetica e Nutrizione Clinica Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo

Paolo Delrio - Direttore Dipartimento Corp-S Assistenziale e di Ricerca dei Percorsi Oncologici del Distretto Addominale e Direttore S.C. Chirurgia Oncologica Colorettale, Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione “G. Pascale” di Napoli

Maurizio Muscaritoli - Professore Ordinario di Medicina Interna Dipartimento di Medicina Traslazionale e di Precisione; Direttore, UOC Medicina e Nutrizione Clinica Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico Umberto I, Sapienza Università di Roma

Andrea Pezzana - Direttore SC Nutrizione Clinica, ASL Città di Torino

Seconda giornata venerdì 23 Settembre

1) RETI ONCOLOGICHE: quali modelli organizzativi per il futuro?

10.00-12.00In presenza ECM

1.d) LE RETI DEL FUTURO: L’ELABORAZIONE DI UN DOCUMENTO CONDIVISO

Modera Walter Gatti - Giornalista, Direttore editoriale "ITALIAN HEALTH POLICY BRIEF"

Intervengono

Il contributo della Regione Sicilia

Vincenzo Adamo - Direzione Scientifica Oncologia A.O. Papardo & Coordinatore Rete Oncologica Siciliana - Re.O.S

Il contributo della Regione Piemonte

Massimo Aglietta - Coordinatore della Rete Oncologica Piemonte Valle d’Aosta

Il contributo della Regione Toscana

Gianni Amunni - Coordinatore Rete Oncologica, Regione Toscana

Il contributo della Regione Sardegna

Daniele Farci - Coordinatore AIOM Sardegna,Responsabile Medicina e Oncologia Nuova Casa di Cura, Decimomannu

Il contributo della Regione Campania

Sandro Pignata - Direttore Oncologia Medica UroGinecologica, Responsabile scientifico rete oncologica campana, Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione “G. Pascale”, Napoli

Il contributo della Regione Liguria

Paolo Pronzato - Coordinatore Dipartimento Interaziendale Regionale, DIAR Oncoematologia, A.Li.Sa., Regione Liguria, Presidente Comitato Scientifico Associazione Periplo

Il contributo della Regione Umbria

Fausto Roila - Professore di Oncologia Medica Università di Perugia. Coordinatore Rete Oncologica Umbria

Il contributo della Regione Puglia

Gianmarco Surico - Coordinatore regionale della Rete Oncologica Pugliese

a seguire il confronto

12.00-13.00In presenza

PARTNERSHIP PUBBLICO-PRIVATO: ANDARE AVANTI CON NUOVE REGOLE
Il contributo delle Aziende

11.00-12.30Webinar

5) CANCRO DELLA MAMMELLA E DELLA PROSTATA: l’impatto personale di due patologie di genere

Introduce e modera Lorella Bertoglio - Giornalista scientifica

Intervengono

Rossana Berardi - Ordinario di Oncologia Università Politecnica delle Marche e Direttore Clinica Oncologica AOU Ospedali Riuniti di Ancona

Rosanna D’Antona - Presidente di Europa Donna Italia

Corrado De Sanctis - Direttore SC3 di Ginecologia ed Ostetricia della Città della Salute e della Scienza di Torino

Paolo Gontero - Professore Ordinario di Urologia, Università degli Studi di Torino e Direttore Clinica Urologica Ospedale Molinette, Torino

Giuseppe Procopio - Istituto Nazionale Tumori di Milano

Fabio Puglisi - Professore di oncologia medica, Università degli Studi di Udine Direttore del Dipartimento di Oncologia Medica, IRCCS, Centro di Riferimento Oncologico di Aviano

Manuela Roncella - Direttore Centro Senologico, Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana, Ospedale Santa Chiara

11.30-12.30Webinar

6) LA COMUNICAZIONE IN SANITÀ riflessioni dall’esperienza comunicativa durante il COVID

Introduce e modera Sara Strippoli - Giornalista, Repubblica

Intervengono

Gianni Amunni - Coordinatore Rete Oncologica, Regione Toscana

Walter Gatti - Giornalista, Direttore editoriale "ITALIAN HEALTH POLICY BRIEF"

Loredana Masseria - Responsabile Social Media e Semplificazione Amministrativa per il Territorio, Responsabile Comunicazione Rete Oncologica, ASL Città di Torino

Carmine Pinto - Direttore UOC di Oncologia Medica Clinical Cancer Centre AUSL-IRCCS di Reggio Emilia

Luca Toschi - Direttore del Center for Generative Communication e direttore del Master in Comunicazione Medico Scientifica e dei Servizi Sanitari dell’Università di Firenze

Paola Varese - Direttore SC Medicina a indirizzo oncologico Ovada

14.00-16.00In presenza ECM

7) Reti a confronto: Piemonte e Valle d'Aosta dialogano con le altre Reti

Introduce *Mario Minola - Direttore Generale Sanità, Regione Piemonte

Modera Walter Gatti - Giornalista, Direttore editoriale "ITALIAN HEALTH POLICY BRIEF"

Intervengono

Come organizzare un MTB regionale

Mario Airoldi - Coordinatore area ospedaliera e Molecular Tumor Board, Rete Oncologica Piemonte Valle d’Aosta

La rete e le istituzioni formative e scientifiche nella Regione Piemonte

Massimo Aglietta - Coordinatore della Rete Oncologica Piemonte Valle d’Aosta

L'esperienza della rete oncologica Toscana

Gianni Amunni - Coordinatore Rete Oncologica, Regione Toscana

La rete come strumento di innovazione

Ettore Attolini - Direttore Area Innovazione di Sistema e Qualità – A.Re.S.S. Puglia

L'analisi dei dati come strumento di miglioramento

Giovannino Ciccone - Dirigente medico responsabile dell'Epidemiologia clinica e valutativa dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino

Distretti, Medici di famiglia, e rete oncologica

Alessandro Comandone - Coordinatore area territoriale Rete Oncologica Piemonte e Valle d’Aosta

Il ruolo degli IRCCS nelle reti oncologiche italiane

Sandro Pignata - Direttore Oncologia Medica UroGinecologica, Responsabile scientifico rete oncologica campana, Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione “G. Pascale”, Napoli

La rete oncologica e i rapporti con Agenas

Franco Ripa - Responsabile Programmazione servizi socio-sanitari ed assistenziali, Regione Piemonte

Infermieri e Rete Oncologica: la realtà del Piemonte

Rita Reggiani - Coordinatrice Gruppo di Studio Infermieri e Comitato Scientifico Rete Oncologica Piemonte VdA

Il ruolo di una regione autonoma nella rete oncologica

Marina Schena - Direttrice di Struttura Complessa di Oncologia presso l’Ospedale Parini di Aosta

La rete e le istituzioni formative e scientifiche nella Regione Puglia

Gianmarco Surico - Coordinatore regionale della Rete Oncologica Pugliese

14.30-15.30In presenza

8) ASSOCIAZIONISMO IN ONCOLOGIA: attori, compagni di strada o… a ciascuno il suo

Introduce e modera Claudia Luise - Giornalista, La Stampa

Intervengono

Gianni Amunni - Coordinatore Rete Oncologica, Regione Toscana

Massimo Bonucci - Fondatore e Presidente ARTOI - Associazione Ricerca Terapie Oncologiche Integrate

Rosanna D’Antona - Presidente di Europa Donna Italia

Riccardo D’Elicio - Presidente del Centro Universitario Sportivo torinese

Francesco De Lorenzo - Presidente FAVO - Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia

Fulvia Pedani - Coordinatore Nazionale ANDOS Onlus - Associazione nazionale donne operate al seno; Medico Oncologo presso Città della Salute e della Scienza di Torino

Claudia Santangelo - VicePresidente ROPI - Rete Oncologia Pazienti Italia

Mario Santarelli - Consigliere Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti e Direttore dell'UOC radioterapia oncologica, dell'ospedale S. Camillo de Lellis di Rieti

DIREZIONE SCIENTIFICA

Gianni Amunni - Coordinatore Rete Oncologica, Regione Toscana

Massimo Aglietta - Coordinatore della Rete Oncologica Piemonte Valle d’Aosta

Mario Airoldi - Coordinatore area ospedaliera e Molecular Tumor Board, Rete Oncologica Piemonte Valle d’Aosta

Alessandro Comandone - Coordinatore area territoriale Rete Oncologica Piemonte e Valle d’Aosta

COMITATO SCIENTIFICO

Vincenzo Adamo - Direzione Scientifica Oncologia A.O. Papardo & Coordinatore Rete Oncologica Siciliana - Re.O.S

Paolo Antonio Ascierto - Presidente della Fondazione Melanoma e Direttore dell’Unità di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative, Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione “G. Pascale” di Napoli

Oscar Bertetto - Presidente del Comitato Scientifico dell'Associazione per la Prevenzione e la Cura dei Tumori in Piemonte Onlus

Saverio Cinieri - Presidente Nazionale AIOM - Associazione Italiana di Oncologia Medica

Francesco Cognetti - Professore di Oncologia Medica, Università La Sapienza di Roma Dipartimento di Medicina Clinica e Molecolare, Direttore Oncologia Medica, Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, Roma

Fiorenzo Corti - Vice Segretario Nazionale FIMMG

Francesco De Lorenzo - Presidente Favo - Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia

Franca Fagioli - Direttore Oncoematologia Pediatrica Ospedale Regina Margherita, Responsabile rete Onco-ematologia Pediatrica

Francesco Gabbrielli - Direttore del Centro Nazionale per la Telemedicina e le Nuove Tecnologie Assistenziali dell’Istituto Superiore di Sanità

Walter Gatti - Giornalista, Direttore editoriale "ITALIAN HEALTH POLICY BRIEF”

Francesco Saverio Mennini - Director Centre for Economic Evaluation and HTA (EEHTA) CEIS, Faculty of Economics - University of Rome “Tor Vergata”; Professor of Health Economics and Microeconomics, Faculty of Economics and Faculty of Science - University of Rome “Tor Vergata”; President, SiHTA; Past President ISPOR Italy Chapter, Rome

Sandro Pignata - Direttore Oncologia Medica UroGinecologica, Responsabile scientifico rete oncologica campana, Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione “G. Pascale”, Napoli; Presidente del Gruppo MITO - Multicenter Italian Trial in Ovarian Cancer and Gynaecologic Malignancies

Carmine Pinto - Direttore UOC di Oncologia Medica Clinical Cancer Centre AUSL-IRCCS di Reggio Emilia

Paolo Pronzato - Coordinatore Dipartimento Interaziendale Regionale, DIAR Oncoematologia, A.Li.Sa., Regione Liguria, Presidente Comitato Scientifico Associazione Periplo

Fausto Roila - Professore di Oncologia Medica Università di Perugia; Coordinatore Rete Oncologica Umbria

Gianmarco Surico - Coordinatore regionale della Rete Oncologica Pugliese

Luca Toschi - Direttore del Center for Generative Communication e Direttore del Master in Comunicazione Medico-Scientifica e dei Servizi Sanitari dell’Università di Firenze

Con la sponsorizzazione non condizionante di: